CANTAMI O NICCHIA…

Aprile è alle porte e la Nicchia delle Opportunità si arricchisce di suggestioni primaverili. Perché partire dalla testa, quando ai piedi si possono mettere le ballerine animalier, che già si profilano tra i must della primavera 2019? Oppure un paio di mocassini platform super trendy e super scontati? E ancora, a chi ama il platform, ma non i mocassini potranno interessare le scarpe legate W; mentre chi adora i mocassini, ma in versione ultra classica potrà essere solleticato dal modello Geox in vernice.

La selezione di abiti riserva alcuni modelli molto interessanti e tutti da provare: il vestito anni ’70 con fantasia optical e un taglio rigoroso ideale anche per l’ufficio, contesto nel quale si inserisce alla perfezione anche il modello di Pinko con cintura coordinata. Tra le scelte da giorno compaiono il tubino Zuiki effetto spezzato, l’abito Zara in velluto stropicciato color amaranto, il vestito di Elisabeth Ascot con fantasia a fiori stilizzati blu e sabbia e l’abito ampio di Bread & Butter, molto sportivo. Per la sera si spazia dalle più scure proposte di Promod, con un intramontabile gioco di frange in stile charleston, e di Perfect, mai indossato e con gli inserti in lurex dorato, al pizzo rosso fiammante di Zara Woman.

Pizzo che ritorna anche nella gonna blu di French Connection, accompagnata da modelli molto freschi e casual come la gonna a ruota di Only, quella in seta stropicciata color lime, quella di Esologue colore ciclamino o il modello lungo e vintage, blu a fiorellini.

L’andamento casual si mantiene con i jeans a zampa di Miss Sixty, per poi perdersi nel modello HDS blu a sigaretta, mai indossato (con tanto di cartellino a riprova).

Gli amanti delle ruche troveranno appagamento nei fronzoli della camicia Dondup dalla vestibilità attillata, caratteristica quest’ultima che la accomuna alla maglia verde pistacchio di Dake9, ai cui antipodi sta la maglia 900 colore fragola.

Le bluse sono cinque e tutte diverse: una a righe informale per Sisley; monocromatica, ma dalle strutture differenti per French Connection; più camicetta che blusa per Renato Balestra, viola con i minuscoli pois neri; mai indossata, minimal e con le cuciture in risalto per Shirt C Zero e di nuovo mai indossata, con un gioco di scollatura e fusciacca a valorizzare schiena e spalle per Atos Lombardini.

Per non scoprirsi troppo e valorizzarsi ancora di più, si trovano la giacca in misto lana pied-de-poule bianco e nero, l’altrettanto classica Etc Eccentrica con chiusura a gancetti, il più leggero modello bianco a due bottoni di Henry Cotton’s, il bolerino in ecopelle di Ang-Mo e la giacca a vento colore corallo di Project Moda, perfetta per i week-end fuoriporta!

Così, ancora una volta… più che una Nicchia, un intero guardaroba!!!